MURALES LAVORO MINORILE A SAN GIOVANNI BIANCO

MURALESGent.mo sig. Sindaco

comune di San Giovanni Bianco

la Tavola della Pace Vallebrembana esprime il proprio rammarico a seguito dell’increscioso episodio dello sfregio del murale del comune di San Giovanni Bianco rappresentante i bambini-soldato.

La Tavola della Pace Vallebrembana aveva fatto realizzare l’opera ai ragazzi dell’Accademia di Belle Arti Carrara di Bergamo all’interno di un vasto progetto contro lo sfruttamento del lavoro minorile attuata in collaborazione con ILO (Agenzia ONU) e i comuni di San Giovanni Bianco e di San Pellegrino Terme. L’iniziativa ha previsto la realizzazione di 2 murales a San Giovanni Bianco e di un Gioco permanente rappresentante il Terzo Paradiso del Maestro Pistoletto al parco giochi di San Pellegrino Terme.

Le opere sono state realizzate dagli studenti dell’Accademia Carrara di Bergamo e del Liceo Artistico Pio Manzù di Bergamo in collaborazione con i ragazzi e le ragazze delle classi quinte della scuola Primaria di San Pellegrino Terme.

All’inaugurazione dei lavori è stato associato un convegno dal titolo: “Cittadinanza attiva e creatività per la difesa dei Diritti; si all’Istruzione di qualità, no al lavoro minorile” che ha visto la partecipazione di:

Maria Gabriella Lay (rappresentante ILO/ONU)

Elena Ferrara (senatrice rappresentante istituzioni)

Maurizio Landini (rappresentante sindacato)

Gaetano Safiotti (testimone di giustizia, rappresentante l’imprenditoria)

Cino Tortorella (rappresentante infanzia).

L’intento della Tavola della Pace Vallebrembana, in collaborazione con ILO, è stato quello di attuare il progetto SCREAM atto a sostenere i Diritti dei bambini attraverso l’educazione, l’arte e i media.

In accordo con la dott.ssa Maria Gabriella Lay la Tavola della Pace Vallebrembana propone di lasciare il murale così com’è corredato da una targa (“Questo atto di vandalismo ci fa riflettere, ci interroga sulle ragioni del gesto che ha imbrattato e profanato il messaggio di solidarietà dei nostri giovani, un appello di tutta la comunità per il rispetto dei diritti dei minori, per quei 168 milioni di bambini e adolescenti nel mondo cui è negata l’infanzia.”) che ricordi quanto sia ancora lungo e difficile il percorso riguardante i Diritti Umani e il rispetto dei Diritti negati all’infanzia. Si ritiene altresì che lo scempio, alla vista di tutti, renda ancora più forte ed efficace il messaggio che si voleva diffondere.

tavola della pace vallebrembana

il presidente

franco de pasquale

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>